top of page

DON'T PAY! NON PAGHIAMO!

Porta le tue bollette e facciamo un fuocarazzo!



 

In tutto il mondo si moltiplicano le azioni di protesta contro i costi spaventosi della escalation imperialista e della crisi economica.


All’interno della putrefazione e decomposizione più generale del modo di produzione capitalistico, giunto alla fase imperialista, infatti, chi sta pagando più di tutti le conseguenze dello scoppio delle contraddizioni, della guerra e della devastazione sono i proletari e le proletarie a qualsiasi latitudine.


Mentre si trovano miliardi di euro per le spese militari e si fanno mega profitti con la speculazione finanziaria, aumentano le bollette e i prezzi dei beni di prima necessità.


Venerdì saremo in piazza assieme al Movimento di lotta “Disoccupati 7 Novembre” e “Cantiere 167” di Scampia.

Durante la giornata di mobilitazione dei disoccupati organizzati, che si dirigeranno poi verso il Consiglio Comunale al Maschio Angioino per rivendicare ancora il mantenimento degli impegni assunti, stiamo organizzando un’iniziativa simbolica in collegamento a quanto sta avvenendo in tante parti dell'Europa e del mondo contro l’aumento delle utenze.


Ci aspettano mesi complicati ma possiamo fare qualcosa per guastare i piani di governi e Confindustria.


L’unica alternativa alla rassegnazione e al subire in silenzio le politiche padronali di sfruttamento, devastazione ambientale, disoccupazione è l'unità tra tutte le forze della classe che lottano per rimettere al centro gli interessi dei proletari e delle masse impoverite dalla crisi.


Necessitiamo di una stagione di mobilitazione necessaria per affrontare la crisi capitalistica odierna e la nuova escalation imperialista i cui costi verranno pagati sempre e solo da sfruttati e sfruttate in termini di peggioramento delle condizioni di vita.



3 views0 comments

Commenti


bottom of page